Le parole del 2016

Stiamo tornando lentamente alla normalità…i bimbi hanno ricominciato scuola e asilo, mio marito ha ripreso a lavorare dopo qualche giorno di ferie e io sono nuovamente operativa sul blog – cosa di cui sono felicissima!

L’ultima volta ci eravamo trovati a scambiarci baci e abbracci per l’anno nuovo con la speranza che sia migliore del precedente…ora tocca ai classici buoni propositi che come sempre accompagnano i primi giorni del nuovo anno…

Oltre al sempre presente mettersi a dieta dopo i bagordi delle feste e il conseguente livello di glicemia altissimo, oltre al mio desiderio di lavorare al meglio per capire quale sarà la mia strada e cosa finalmente farò da grande, penso che per realizzare davvero qualcosa di diverso sia necessario altro. È per questo che  voglio caratterizzare questo 2016 con le mie parole chiave:

1

Sto imparando in questi mesi di vita casalinga che senza organizzazione non si va da nessuna parte. Confrontandomi anche con alcune mie amiche siamo tutte d’accordo nel dire che si riesce a fare di più quando si lavorava 10 ore al giorno piuttosto che ora che si è a casa…certo perché prima il gattino di polvere dietro la porta non avevi il tempo di vederlo, ora invece SEI A CASA vuoi non pulire, cosa penserebbero gli altri!…oppure prima si apriva l’armadio e un istante dopo lo si richiudeva senza troppo guardare ora invece lo apri e “oddio che disordine!” ma SEI A CASA non puoi non sistemarlo!…e poi c’è il grande capitolo bambini: prima tutto era delegato e tutto era perfetto ora invece ci si sente in colpa se per un giorno li facciamo andare a prendere dai nonni per potersi dedicare un pochino di tempo in più…

Quindi urge organizzazione! Il mio proposito è riuscire a  redigere un semplice piano e riuscire a rispettarlo almeno…il 70% delle volte!

3

E’ bello poter imparare sempre cose nuove, è un buon modo di tenere il cervello in moto…e per iniziare nel migliore dei modi mi sono regalata, con un po’ di anticipo per il mio compleanno, il corso base della Colibrì Academy  per imparare a credere nella mia creatività e renderla, perché no, redditizia! Credo che ogni tanto sia necessario avere un paio di dritte per realizzare i propri sogni…

2

…ecco l’ultima parola… come per tutti i sogni sono sempre tanti: sogno una casa più grande con giardino dove i miei bambini possano avere ognuno la propria stanza, sogno di riuscire ad aprire un laboratorio dove poter sperimentare e condividere con gli altri la mia passione per il fatto a mano, sogno di rilevare la cartoleria vicino casa e passare le giornate in mezzo al profumo della carta, sogno di riuscire ad avere 100 persone che seguano il blog e la pagina facebook perché piace quello che faccio e scrivo, sogno di diventare brava a fare qualcosa di unico…

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni.

Paulo Coelho

Spero che il 2016 dia a tutti la possibilità di realizzare un piccolo sogno… il mio comincia qui mettendo in ogni cosa un po’ della mia

anima2

 

Buona giornata a tutti!

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

4 pensieri su “Le parole del 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...