7 dicembre

Domani è il grande giorno! Saremo tutti impegnati tra scatoloni e decorazioni ad addobbare insieme ai nostri cari il caro e vecchio abete!

Ma l’albero di Natale è stato ed è continuamente fonte di ispirazione per numerose decorazioni, ricette e idee di ogni genere. É per questo oggi, alla vigilia della giornata mondiale dell’addobbo, voglio regalarvi una carrellata di alberi di Natale non convenzionali perché dovete stare attenti e guardarvi attorno: gli alberi di Natale possono nascondersi ovunque! Continua a leggere

2 dicembre

A volte non ce ne rendiamo conto ma con un po’ di fantasia e di inventiva è possibile trasformare dei semplici oggetti in splendide decorazioni natalizie, è per questo che vorrei proporvi una serie di idee con una cosa che noi tutti abbiamo in casa e che spesso non valorizziamo abbastanza: la carta igienica! o meglio i rotoli finiti della carta igienica!

Certo che detto così non sembra essere molto poetico e natalizio ma date un’occhiata a come sono stati magnificamente trasformati dalla creatività che alberga in ognuno di noi! Date sfogo alla fantasia allora prendendo spunto da queste immagini!

Spero di riuscire a sperimentare qualcosa anche io prima di Natale…tempo di riuscire ad accantonare abbastanza rotoli!

faed69ec8fefbccaf7bec28eabb53d22

Salva

Conto alla rovescia!

Non ho ancora capito come mai ma il Calendario dell’Avvento è per me una continua corsa contro il tempo,  quest’anno ero convinta di essere partita con largo anticipo e con idee stravolgenti ma come al solito mi ritrovo a fare il conto con i minuti che mancano al 1 dicembre! Ero così convinta di riuscire a fare tutto che mi sono lanciata nel fare 2 calendari diversi uno per la mia nipotina e uno per i miei figli!

Visto che non so se riuscirò mai a dare alla luce quello per i miei figli, vi parlo di quello per mia nipote. Ho preso spunto da questo post di I love Scrapbooking per trasformare un addobbo fiocco di neve in un simpatico calendario dell’avvento.

Occorrente:

  • bastoncini in legno tipici dei ghiaccioli (che per fare un fiocco di neve sono l’ideale!)
  • colla a caldo
  • tempere o acrilici
  • pennelli
  • sacchettini, numeri e sorprese

1

Io avevo a disposizione dei bastoncini di diversa grandezza e ho utilizzato i più grandi per il corpo centrale del fiocco mentre i più piccoli per i “ciuffetti” delle punte. Ho impostato a terra il mio fiocco di neve (potete vedere il mio splendido pavimento come sfondo!) e poi pezzo per pezzo ho incollato i bastoncini con la colla a caldo.

23

Una volta completato il fiocco di neve l’ho colorata con le tempere…purtroppo non ho ottenuto il punto di rosso desiderato ma sono stata costretta ad accontentarmi! In ogni caso essendo un po’ tendente al rosa direi che è una decorazione perfetta per la cameretta di una bambina!

4

Ora tocca ai 24 doni…l’idea era di utilizzare dei sacchettini già fatti (quelli della foto del materiale li avevo acquistati da Tiger lo scorso anno) ma alla fine ho scelto di farli da me con la carta da regalo natalizia seguendo un tutorial fotografico di I dolci di Tatam…è stata un po’ lunga (anche perché ne ho fatti il doppio per poter fare felice anche i miei bimbi!) ma alla fine sono rimasta soddisfatta.

5

Anche quest’anno ho fatto da me la semplice grafica dei numeri, se siete ancora in alto mare vi lascio il pdf ( calendario-avvento-2016_numeri)

Una volta confezionato tutti i regalini sono pronti per essere appesi al fiocco di neve in attesa che inizi il conto alla rovescia!

A presto!

Silvia

Bimby e pasta di sale

La scorsa settimana la mia Emma ha chiesto con una certa insistenza di poter fare insieme la pasta di sale, devo essere sincera l’idea non è che mi allettasse tantissimo perchè non mi è mai venuta benissimo, un po’ granulosa decisamente grossolana.

Così spinta dalla richiesta della mia bimba ho pensato che potesse venirmi in aiuto il Bimby, è così bravo a fare la pasta per la pizza figuriamoci se lo spaventa la pasta di sale! In effetti il signor Bimby anche questa volta si è comportato egregiamente!

Questi gli ingredienti necessari:

1

  • 100 gr. di farina 00
  • 100 gr. di sale
  • 60 gr. di acqua

Il procedimento è davvero semplicissimo e richiede pochissimi minuti: inserire nel boccale farina e sale e azionare il Bimby a velocità 8 per 20 sec. dopodichè aggiungere l’acqua e attivare il comando spiga per 2 minuti.

2

Il risultato sarà una pasta di sale liscia e malleabile, perfetta per far giocare i bimbi con le pentoline oppure per usarla per creazioni più elaborate…non vi resta che dare sfogo alla vostra creatività!

3

La dose che vi ho indicato è perfetta per far giocare un bambino, io infatti l’ho raddoppiata per darne la giusta quantità sia a Emma che a Tommaso, ma no preoccupatevi se ve ne avanza: la pasta di sale può tranquillamente essere conservata in frigorifero avvolta da pellicola o dentro un classico sacchetto per alimenti.

4.png

Vi saluto con un’idea semplice per Natale!

Se non sapete come decorare l’albero e avete voglia di sperimentare qualcosa con i vostri figli, anche con i più piccoli, potete utilizzare la pasta di sale: stendetela con il mattarello e poi tagliatela con delle formine per biscotti a tema natalizio e mettetele ad asciugare sul termosifone oppure in forno, come preferite. Una volta asciutte potete anche colorarle con tempere o acrilici, terminate le decorazioni non resterà altro che appenderle all’albero!

PS: se la vostra intenzione è appenderle ricordatevi di fare un buchino con uno stuzzicadenti quando la pasta di sale è ancora fresca così da poterle legare con un cordino!

Buona pasta di sale a tutti e alla prossima idea!

Tutorial: fuori porta di Halloween

Gli inviti li abbiamo mandati, il menù lo abbiamo deciso ora non resta altro che aspettare che i nostri spaventosi amici ci raggiungano! Ma come faranno a trovare la vostra spettrale dimora?

Semplice con un fuori porta creato apposta per l’occasione davvero di rapira realizzazione!

Occorrente:

  • Feltro 5 mm. Bianco
  • 2 bottoni o feltro nero per gli occhi
  • Lettere di legno per formare la parola BOO
  • Materiale vario per decorare le lettere
  • Nastro o rafia

 

13

Innanzitutto dovrete ritagliare il feltro bianco a forma di fantasmino e applicarvi gli occhi bottone, qualora non abbiate dei bottoni a disposizione potete optare per creare gli occhi con del feltro nero.

In realtà il fantasmino che ho realizzato e che vedete in foto è più elaborato, ho cucito un sandwich di feltro imbottitura e pannolencio,  ma direi che per l’occasione si possano anche evitare troppe formalità!

14

Decorare a piacimento le lettere BOO dando spazio alla vostra fantasia a senza dimenticare che il tema è sempre Halloween! Le lettere io le ho acquistate dal negozio gestito da cinesi sotto casa che ha anche tanto materiale per la decorazione, in alternativa potete anche ritagliarle voi dal compensato se siete “Geppetti” esperti oppure più semplicemente da del cartone ondulato, quello  degli scatoloni per intenderci

15

Una volta che le lettere sono pronte no resta che decidere come appenderle al fantasmino, io ho optanto per l’ordine sparso ma ara possibile appenderle anche una sotto l’altra legandole insieme.

16

Ho preso ispirazione per quest’idea girando per il web e rielaborandola a modo mio, vi lascio qualche immagine di come altri hanno sviluppato questo tema!

Il tutorial realizzato da Giulia di Briciole e puntini lo trovate a questo link, andate a vedere il suo sito è davvero in gamba!

Ora vado a pranzo con la famiglia e poi mi butto a capofitto nella preparazione del mio menù mostruoso per domani! Buona domenica a tutti!

 

Una festa terribilmente perfetta #2

Sicuramente un festa di Halloween non si può dire tale se non è presente del cibo davvero mostruoso! Ma non preoccupatevi arrivo in soccorso io proponendovi il menù che ho realizzato lo scorso anno.

Nulla di troppo complicato ma di sicuro effetto! I bambini si divertono sempre un mondo, gli adulti restano un po’ più impressionati ma alla fine della serata non resta mai nulla! Vi assicuro che sarà un successo aggiungete a queste idea un po’ della vostra terrificante fatasia e nessuno potrà mai dimenticare la vostra festa da paura!

menù halloween.jpg

 

Ed ecco il dettaglio delle ricette:

wurstel

Wurstel mummificati

6-cappelli-di-strega-salati.jpg

Cappelli di strega

pipistrelli

Pipistrelli al formaggio

Se non volete utilizzare il caprino che ha un gusto per alcuni troppo  deciso potete realizzare questi pipistrelli utilizzando quelli che chiamano “i caprini vaccini” o della robiola spalmabile!

dsc_0423

Toast di mummie

Per quanto riguarda i toast di mummie ho adattato la ricetta alle mie necessità e invece di preparare la pasta per la pizza ho utilizzato il pane per toast, questo accorcia notevolmente i tempi di preparazione e il risultato è davvero croccante!

DSC_0425.JPG

Uova di ragno

ossa-di-pane1.jpg

Pane dei morti

DSC_0642.JPG

Mostri al sangue

Lo scorso anno ho acquistato al LIDL la pasta di Halloween a forma di pipistrello, ragnetto, zucca e l’ho condita semplicemente con un buon sugo di pomodoro (il sangue per l’appunto!), è semplicemente una pasta al sugo mostruosa!

dsc_0431

Ossa al forno

Dietro a un nome da brivido si nasconde un semplice polpettone al forno, utilizzate la ricetta che più vi piace magari quella di famiglia e modellatelo a forma di osso prima di infornarlo! Mi raccomando non dimenticate un tocco un po’ splatter e decoratelo con del buon sangue al pomodoro!

occhio

Occhio di mostro insanguinato

Devo ammetterlo l’effetto scenico è davvero unico…sarà la piccola mannaia a lato del piatto! A me non è venuto così perfetto ma la panna cotta era davvero stra buona!

Ora tocca a voi divertirvi nel preparare la vostra cena di Halloween e se volete condividete sul mio profilo Facebook le vostre ricette mostruose!

Una festa terribilmente perfetta #1

Continua  a grande richiesta (in realtà è più che altro per mio divertimento!) la serie di suggerimenti iniziata lo scorso anno per organizzare un Halloween party da paura!

Visto che per me Halloween è un po’ come Natale, ci vuole un po’ di organizzazione anche in questo caso e quindi dopo aver deciso luogo e ora della nostra festa dovremo certamente avvertire i nostri amici mostri e streghe di venirci a far compagnia! E quale modo migliore se non un originale invito a tema!

Sul web se ne trovano tantissimi e per tutti i gusti, da quelli davvero mostruosi con sangue che sgorga da tutti gli angoli a quelli più soft adatti ai bimbi. Per quest’anno ho deciso però di fare da me e ho creato dei simpatici biglietti grazie all’ormai inseparabile Canva.

Cliccando inviti-halloween potete scaricare il PDF per poter stampare i biglietti a casa vostra, dovrete solo procurarvi una stampante, delle forbici e della carta (se stampati su cartoncino resteranno però più belli). Dovrete stampare le due pagine in fronte retro e separare orizzontalmente i 2 biglietti e poi piegarli a metà ed ecco pronti i vostri biglietti di Halloween!

Ciao a tutti e a domani con la seconda parte di “Una terribile festa perfetta”!

Salva

Tutorial: zucca porta dolcetti

Halloween si avvicina ed è arrivato il momento di togliere le ragnatele dalla scatola delle decorazioni…anzi forse le ragnatele è meglio conservarle e penso sia venuto il momento di organizzare al meglio i preparativi  per una festa a dir poco mostruosa!

E cosa piace di più ai bambini di questa festa? Sicuramente andare a bussare di porta in porta al grido di “dolcetto o scherzetto” e potersi riempire le tasche di succulente leccornie… e se le tasche non bastassero? dobbiamo porre rimedio!!! Ed ecco qua là soluzione a questo terribile problema: una simpatica zucca porta dolcetti da creare con ago e filo per i vostri bambini!

Cosa dovete procuravi? Continua a leggere

Una ricca 2 giorni a Manualmente

La scorsa settimana ho realizzato un mio grandissimo desiderio: infeltrire! Certo per farlo a casa basta sbagliare il lavaggio in lavatrice dei capi in lana e i vostri maglioncini potrete passarli al vostro cane!

A me invece è venuta incontro la manifestazione Manualmente che tutti gli anni si svolge a Torino, 10 minuti a piedi da casa mia! E così niente lavaggio sbagliato ma grandi coccole tra partecipazione a corsi, acquisto materiale e regali…tutto solo per me! Ho lasciato a casa figli e marito e in un tour de force durato 2 giorni ho liberato il mio talento, o almeno ci ho provato!

Il primo giorno è stata una totale immersione nella lana cardata, nella sua morbidezza, nel suo calore, nella simpatia di Daniela e Daniela del laboratoria artistico La Pecora Cardata. Ho approfittato della loro presenza alla fiera per imparare a fare il bagnetto, a massaggiare e a punzecchiare la lana cardata (un po’ come sono abituata a fare con i bimbi!) per ottenere uno splendido elfo dai mossi capelli rossi che ama sonnecchiare sulle placide acque dello stagno vicino casa…

La lavorazione della lana cardata mi ha davvero appassionata, devo dire che Daniela e Daniela sono state delle insegnanti splendide,attente e pazienti, anche perchè mi hanno dovuto sopportare tutto il giorno! L’elfo mi ha dato la possibilità di poter sperimentare diversi aspetti dell’infeltrimento ad acqua  e dell’infeltrimento ad ago. Il risultato è stato a dir poco sorprendente, giudicate voi stessi!

ritorno

Questi sono alcuni degli oggetti realizzati dalle sapienti mani de La Pecora Cardata, la cura, l’originalità e l’attenzione ai particolari di questi oggetti meritano un minuto della vostra attenzione!

pecor.jpg

La mia esperienza a Manualmente sarebbe finita così, con il cuore pieno di gioia per il corso frequentato, se non fosse per il fortuito incontro avvenuto durante una pausa caffè. Mentre gironzolavo un po’ senza meta per sgranchirmi la gambe mi sono imbattuta in uno stand con grossi sacchi di riempiti di erbe secche, un albero fatto di matesse e cassette piene di gomitoli dai colori antichi ma vivi come non mai! E così spinta dalla curiosità ho conosciuto Margherita di VIACALIMALA e la sua passione per le erbe tintorie…ho così deciso che sarei dovuta tornare il giorno successivo con l’obiettivo di trovare altri artisti, creativi torinesi con altrettanta passione!

E così è stato…ho gironzolato armata di macchina foto alla ricerca della creatività targata Torino! Sono tornata a trovare Margherita di VIACALIMALA, ho ammirato le creazioni di Elena di Cartapazza e mi sono fatta un regalo da Elena e Giorgio di Terre ceramiche e arte! Una mattinata davvero produttiva, ho conosciuto belle persone, gratificato me stessa con un regalo originale e fatto scorta di creatività!

E adesso vi regalo una scorpacciata di meravigliose creazioni…mi raccomando non fate indigestione!

Questo slideshow richiede JavaScript.

E se in primavera avete qualche giorno libero fate un giro nella splendida Torino e approfittatene…l’edizione di aprile aspetta solo voi per sorprendervi!